Home 2

Persa un’altra occasione per non soffrire fino in fondo

Una solida Solierese ci impone lo 0-0
Ma quanti sprechi in attacco!

Bisogna farsene una ragione, con un attacco così poco incisivo (meno di un gol a partita la media stagionale) ci sarà da soffire sino alla fine del campionato per essere certi di conquistare la salvezza diretta senza passare per i playout. Contro una Solierese solida in difesa e con trame di gioco apprezzabili che non ne giustificano la posizione a fondo classifica, il Nibbiano&Valtidone ha comunque perso un’occasione d’oro per conquistare quei tre punti che, a tre giornate dal termine, gli avrebbero certamente fatto respirare un’aria più tranquilla. Malgrado, infatti, la squadra di casa non si sia espressa su elevati standard qualitativi, con troppi lanci lunghi e poco gioco con palla a terra, i suoi attaccanti, protetti alle spalle da un pacchetto difensivo ben registrato e spinti a centrocampo dalle belle prove di Aspas, Gomis e Jakimovski, hanno avuto quattro chiare occasioni da rete, tre con Zamble e una con Di Gennaro, tutte malamente sprecate. Forse la sostituzione di un Piccolo in chiara difficoltà con Filipov (entrato solo negli ultimi cinque minuti per Bernazzani) avrebbe potuto creare più scompiglio nella difesa avversaria ma mister Mantelli ha probabilmente sperato sino all’ultimo che il nostro numero 10, con le doti tecniche che possiede, fosse in grado di trovare uno di quei guizzi vincenti che lo hanno contraddistino in passato. Domenica prossima, nell’insidiosa trasferta a Salsomaggiore (v. locandina) contro un’altra cenerentola, vanno a tutti i costi evitati passi falsi per salvaguardare quel tesoretto di 9 punti sulla terzultima che ci garantirebbe la salvezza diretta. Ma per far questo è indispensabile che le nostre punte si decidano, almeno in queste ultime gare decisive, ad aggiustare la mira.

Nelle foto sopra, due delle occasioni-fotocopia fallite da Zamble, nel primo tempo. Giunto a tu per tu col portiere avversario, il nostro centravanti non riuscirà a superarlo sprandogli addosso e permettendogli, in entrambi i casi, il salvataggio coi piedi.

Leggi qui la cronaca di Libertà

StampaEmail

Home

Piccolo firma il secondo successo esterno

Nell’acquitrino di Salsomaggiore
riemerge la grinta vincente

Su un terreno reso pesantissimo dalla pioggia battente il Nibbiano&Valtidone ha ritrovato la determinazione dei giorni migliori per conquistare la seconda vittoria esterna di questo campionato contro un Salsomaggiore che ha dato fondo a tutte le sue energie per cercare di evitare una sconfitta che sembra ormai spingerlo verso la retrocessione diretta. Importantissimi, di contro, i tre punti messi in carniere dagli uomini del presidente Alberici che oggi ha potuto finalmente ritrovare il sorriso anche in trasferta, non solo per il risultato assai prezioso in chiave salvezza diretta, ma anche per la grinta messa in campo da tutti i giocatori - nessuno escluso - schierati da mister Mantelli. Davanti a un a retroguardia che di partita in partita diventa sempre più solida (sino a essere oggi la seconda miglior difesa del girone dietro la Correggese e a pari merito col Rolo), gli esperti Aspas e Jakimovski hanno fatto diga a centrocampo ben coadiuvati dal gran correre dei giovanissimi Amore e Bottazzi, mentre in avanti un ispiratissimo Zamble è stato una costante spina nel fianco degli avversari che sono riusciti a fermarlo sono con una serie impressionante di scorrettezze (5 saranno alla fine i salsesi ammoniti per falli commessi su di lui). Dal canto suo Piccolo si è ben districato in area malgrado la pressante marcatura e ha avuto soprattutto il merito di non fallire l’unica vera occasione da rete capitatagli con lo splendido assist che Jakimovski gli ha millimetricamente servito a misura di fronte al 5’ della ripresa. Poi, per tutto il resto dell’incontro, i padroni di casa hanno disperatemente cercato di ristabilire l’equilibrio ma le loro iniziative si sono quasi sempre arenate nelle maglie difensive degli impeccabili De Matteo, Bernazzani, Di Placido e Davini, mentre nelle uniche due occasioni in cui sono riusciti a giungere pericolosamente al tiro hanno trovato in altrettanti straordinari interventi del nostro ventenne portiere Lupescu una saracinesca insuperabile. Domenica 28 aprile nell’incontro casalingo col Castelvetro (v. locandina), che veleggia tranquillamente a metà classifica, c’è un duplice motivo per cercare di incamerare altri 3 punti: il primo è che un’eventuale vittoria ci permetterebbe quasi certamente di festeggiare la salvezza con una giornata d’anticipo e l’altro è che c’è da “vendicare” il duplice sgarbo subito in occasione dell’ingiusta sconfitta patita nell’incontro d’andata.
Quindi, forza ragazzi mettetecela tutta !

Sebastian Matarrese, estremo difensore del Salsomaggiore (dopo un inizio di stagione disputato nelle file del Nibbiano&Valtidone) anticipa con un volo acrobatico Jakimovski e Piccolo che però si rifaranno a inizio ripresa, quando capitan Jaki metterà sulla testa del nostro numero nove il pallone del vantaggio decisivo.

Leggi qui la cronaca di Libertà

StampaEmail