banner

 

Il Faro illumina la strada del Nibbiano&Valtidone verso i playoff.
La vittoria per 4-0 a Gaggio Montano e i due punti rosicchiati alla Correggese
portano i biancazzurri a un pelo dalla qualificazione

Anche nell'alto bolognese l'aria emiliano-romagnola che ispira i valtidonesi quando si trovano fuori dai confini del piacentino, ha trasformato in una forza della natura l'undici di Rastelli che già alla fine del primo tempo aveva praticamentge chiuso i conti con il Faro. I padroni di casa hanno creato qualche grattacapo a Fogliazza & C. solo nei primissimi istanti della partita ma prima Murriero, con una parata miracolosa e poi Castellana (eccellente al suo rientro) gli hanno fatto capire che non era giornata per sperare in qualche passo falso dei biancazzurri che Infatti, subito dopo gli sventati pericoli, prendevano in mano il bandolo della partita per non abbandonarlo più sino al termine. Già al quarto d'ora un monumentale Ababio poneva il sigillo alla sua straordinaria prestazione segnando per la seconda volta in cinque giorni il gol che sbloccava il match. Dieci minuti dopo il raddoppio per opera di una velocissima incursione del guizzante Castellana servito in corsa alla perfezione da Minasola - generoso "assist-man" di giornata - che gli consentiva di infilzare imparabilmente l'incolpevole Gandolfi. Il tris era servito al 38' con una prodezza balistica di Vingiano su calcio di punizione dal limite (specialità della casa) che incrociava il sette là dove non era possibile raggiungerlo. Qui calava di fatto il sipario sull'esito dell'incontro perchè nella ripresa gli ospiti, evidentemente ben catechizzati da mister Rastelli, stavolta non subivano cali di tensione e, malgrado il largo vantaggio, continuavano a inseguire il poker sfiorato più volte a turno da diversi frombolieri biancazzurri, e infine meritatamente raggiunto all'80° da bomber Grasso che anticipava il portiere avversario su delizioso assist di un Minasola apparso in grande spolvero. In una giornata dove tutto è sembrato girare alla perfezione, difficile stilare un elenco dei migliori, dato che tutti i giocatori impiegati hanno dato il massimo dell'impegno e della qualità per tutto il tempo che sono rimasti in campo, Ora, a tre giornate dal termine, con un tesoretto di 4 punti da gestire, la qualificazione ai playoff pare ormai a portata di mano a condizione che anche le restanti partite vengano affrontate con lo stesso spirito e la stessa determinazione messe in mostra con il Faro. A partire dalla prossima sfida con il Brescello Piccardo dove l'obiettivo sarà "espugnare" il terreno di casa del Molinari dove si tornerà a giocare dopo tante settimane di assenza e dove i tifosi biancazzurri sperano di poter finalmente tornare ad applaudire un Nibbiano&Valtidone bello e vincente come quello in versione trasferta.

Gol e highlights della partita a cura di Pier e Darietto

Leggi qui la cronaca di Villaggi su Libertà

 

Con la Fidentina riaffiora nei biancazzurri la sindrome di Tafazzi:
in vantaggio 2-0 e in dominio assoluto a dieci dal termine,
si fanno rimontare 2-2 allo scadere.

Avevamo scritto che con una Fidentina in cerca disperata di punti per la salvezza il Nibbiano&Valtidone avrebbe dovuto essere spietato per conquistare la vittoria e restare saldamente attaccato al treno pay off. Così non è stato perchè già nel primo tempo, concluso a reti inviolate, malgrado un assoluto predominio territoriale, è mancato ai biancazzurri - e in particolare alle due punte di diamante Grasso e Minasola - l'istinto del killer necessario per trasformare in gol la gran mole di palloni giocati in attacco. Di contro la banda Rastelli ha rischiato grosso poco oltre il ventesimo, quando Mastaj andava a segno nell'unica azione di contropiede costruita dagli ospiti nella prima parte di gara, ma interveniva per grazia ricevuta la bandiera del segnalinee ad annullare per fuorigioco. Anche la ripresa iniziava con i valtidonesi padroni del campo ma con i "gemelli del gol" incapaci di incidere: Minasola non ancora al meglio della condizione e Grasso autore sempre di un dribbling di troppo nella smania di cercare il gol personale. Ci pensavano allora i più determinati Ababio e Compaore (di gran lunga i migliori in campo insieme ad Esposito e Jakimovski) a sbloccare e ad arrotondare il risultato con due potenti tiri dalla distanza ai minuti 11 e 25 della ripresa. Sul 2-0, anzichè infierire cercando la terza rete, i biancazzurri iniziavano a giocare con troppa sufficienza: errore imperdonabile nei confronti di un avversario tecnicamente inferiore ma mai domo perchè in lotta per la sopravvivenza e sostenuto da un manipolo di tifosi scatenati. Così, a dieci dal termine, quando Visconti accorciava le distanze con un tiro di punizione dal limite, alla sicumera mostrata sino a poco prima, subentrava nei nostri eroi la paura di farsi raggiungere che li portava a giocare un finale di partita in stato confusionale cui Rastelli non è riuscito a porre rimedio nemmeno con i cambi e che si concludeva con l'invitabile beffa: proprio sui titoli di coda una sfortunata autorete di Pinton regalava infatti un pari insperato ai ringalluzziti granata parmensi, protesi all'ultimo assalto nell'area avversaria. Se vogliamo trovare il bicchiere se non mezzo pieno, almeno pieno per un quarto in questo pareggio che - come dice Villaggi nella sua cronaca - ha un po' il sapore di una sconfitta, guardiamo al punticino rosicchiato alla Correggese (sconfitta dal Cittadella) in chiave play off, ma che non è certo sufficiente per dormire sonni tranquilli. Per potere essere sicuri di giocarci il torneo finale con Terre di Castelli e Correggese, senza sperare in qualche incidente di percorso di queste ultime, è necessario vincere tutte le residue gare di campionato con Faro e Real Formigine (in trasferta) e Brescello Piccardo e Zola Calcio (in casa). Per far questo saranno indispensabili, oltre ai gol che ci auguriamo Grasso e Minasola ritrovino al più presto,  la capacità di ciascun atleta di dare l'anima sul campo dal primo all'ultimo minuto e di non giocare mai con sufficienza anche nei momenti più favorevoli o contro avversari apparentemente più deboli.

Gol e highlights della partita a cura di Pier e Darietto

Leggi qui la cronaca e le pagelle di Villaggi su Libertà



Associazione Sportiva Dilettantistica Nibbiano & Valtidone Via Belloni, 1 - Nibbiano - 29031 Alta Val Tidone (Piacenza) - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Codice Fiscale e partita IVA 01721280335
Privacy