banner

A Bagnolo regaliamo agli avversari il gol decisivo: 0-1

Buona partita con harakiri finale.
E i modenesi ringraziano

La rimonta del Nibbiano&Valtidone si arresta bruscamente a Bagnolo ma per l’ennesima volta (la prima dell’era Mantelli) c’è da imprecare per esserci fatti del male da soli. Se infatti si sapeva che le assenze degli squalificati Gomis e Aspas e degli infortunati Zamble e Di Gennaro avrebbero reso il confronto con la Bagnolese particolarmente complicato, la prova del campo aveva invece dimostrato che la squadra, pur rimaneggiata, non solo era in grado di reggere il confronto con la terza forza del campionato ma, per lunghi tratti, di esserle anche superiore. Il palo interno colpito da Piccolo e un paio di miracolosi salvataggi sulla linea su incornata e successiva ribattuta di Dioh ne sono la concreta testimonianza col nostro portiere, di contro, praticamente inattivo per tutta la prima parte della gara. Dopo che, a inizio ripresa i padroni di casa avevano rischiato di andare immeritatamente in vantaggio con un rigore generosamente concesso dall’arbitro e abilmente sventato da Dragos Lupescu, i ragazzi di Mantelli riprendevano il controllo della gara senza più correre rischi sinchè, a un quarto d’ora dal termine, era proprio uno dei nostri migliori difensori, Elia Peroni, sin qui protagonista di prestazioni maiuscole, a metterci letteralmente…lo Zampino. Era proprio il giovane terzino, infatti, con un corto retropassaggio a mandare in porta l’attaccante avversario (Zampino appunto) per il più facile dei gol che decretava la vittoria della Bagnolese. I complimenti ricevuti dagli sportivissimi tifosi avversari al termine della gara consolano ma purtroppo non fanno punti. Va però osservato che la squadra ha dimostrato di poter essere competitiva anche quando mancano alcuni importanti “pezzi da 90” e questo è di buon auspicio in vista del derby casalingo di domenica prossima contro l’Agazzanese (v. locandina) quando comunque potremo contare sul rientro di Gomis e Aspas e dove siamo chiamati a dimostrare di essere molto più vicini alla seconda della classe di quanto dicano i 16 punti che attualmente ci dividono.

Dragos Lupescu, il giovane portiere classe 1999 prelevato nel mercato invernale dal Fiorenzuola (nella foto impegnato in una parata a terra contro il Rolo), è stato autore di una purtroppo inutile prodezza contro la Bagnolese riuscendo a deviare di piede il calcio di rigore calciato da Zampino che però ha poi avuto modo di rifarsi nel finale grazie a una grossa ingenuità della nostra difesa. (Foto Massimo Bersani)

Leggi qui la cronaca di Libertà

"Demagol" giustizia il Rolo: 1-0

La banda Mantelli
ricomincia da tre (punti)

Il nuovo Nibbiano&Valtidone del sergente di ferro Mantelli non ha risentito dello stop natalizio e si è ripresentato alla ripresa del campionato con la stessa voglia di rivalsa che aveva mostrato nelle ultime partite del girone d’andata. Vittima di turno il coriaceo Rolo, steso nel finale da una devastante incursione di un super De Matteo, impeccabile stopper che ogni tanto si leva lo sfizio del gol, quasi sempre di pregevole fattura, come quello di oggi che ha consentito ai valtidonesi di iniziare il girone di ritorno conquistando tre punti preziosissimi che li allontanano dalla zona playout portandoli a ridosso di un affollato centro classifica. Rispetto a quella di Perazzi, questa squadra concede forse meno allo spettacolo ma ha acquistato notevolmente in concretezza e determinazione che la premiano con risultati molto più positivi che in passato (13 punti in 6 partite) anche se la paura di vincere sembra attenagliare ancora testa e gambe di molti giocatori. Anche oggi infatti, dopo aver ben tenuto il campo per tutto l’incontro, una volta andati in vantaggio i nostri beneamati ci hanno regalato, nei minuti finali, alcuni sbandamenti conditi dal brivido di una traversa centrata dal capitano degli ospiti Ziliani. Buon per noi che il mister, consapevole di questo punto debole dei suoi uomini, ha provveduto a rinforzare il pacchetto difensivo con Di Placido subentrato a bomber Di Gennaro e a sostituire al centro dell’attacco uno Zamble, spremuto per il gran correre, con un fresco Dioh che all’ultimo minuto sfiorava il 2-0 con un rasoterra a fil di palo deviato da Della Corte con un grande intervento. Detto del giovane Bottazzi che ha confermato anche in questa occasione di essere un centrocampista su cui far conto, non resta che augurarci che questo gruppo, rinfrancato nel morale, sappia affrontare con la dovuta grinta il ciclo terribile che lo aspetta a cominciare dalla trasferta di Bagnolo (v.locandina) che affronteremo senza gli squalificati Aspas e Gomis, e dal successivo derby casalingo con l’Agazzanese.

Il bellissimo gol di De Matteo a 7 minuti dalla fine: “pescato” in piena area avversaria da un preciso lancio di Di Gennaro, il nostro stopper decideva l’incontro con un diagonale imprendibile che non lasciava scampo
a Della Corte.

Leggi qui la cronaca di Libertà



Associazione Sportiva Dilettantistica Nibbiano & Valtidone Via Campo Sportivo - 29010 Pianello Val Tidone (PC) - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Codice Fiscale e partita IVA 01721280335
Privacy