banner

Vittoria esterna per 2-0 con doppietta carioca

Valim fa ballare al Formigine
il samba brasilero

Prontamente riscattato a Formigine dai ragazzi di Mantelli il pareggio interno col San Felice attraverso una partita spettacolo che ha avuto nello scatenato Joel Valim De Araujo l’indiscusso protagonista di giornata. Il fantasista brasiliano, ben coadiuvato dall’altro sudamericano d’Argentina Gonzalo Martinez, dotato di altrettanta abilità di palleggio, ha dato una vera lezione di samba alla frastornata difesa dei modenesi con continue devastanti incursioni nell’area avversaria coronate da una fantastica doppietta e da altre due occasioni da rete mancate d’un soffio. Alle sue spalle un Aspas oggi davvero sontuoso, come del resto anche il suo compagno di reparto capitan Jakimovski, sono stati una continua fonte di rifornimento di palloni per le punte oltre che un’insuperabile diga a centrocampo. Ineccepibile il reparto difensivo, salvo che per il fallo da rigore di Di Placido a un quarto d’ora dalla fine che avrebbe potuto riaprire la partita: ma a questo punto è entrato in scena il sino ad allora quasi inoperoso Dragos Lupescu che, facendo onore al suo nome, ha deviato da vero drago, tuffandosi sulla destra, la massima punizione calciata da Shehu a fil di palo. Nell’album dei migliori non può mancare la citazione di un tosto Bernazzani che oltre a svolgere egregiamente il suo compito di marcatura si è spinto spesso pericolosamente in avanti fornendo a Valim l’assist per il secondo gol e sfiorando per un paio di volte la marcatura personale. Ma tutta la squadra ha giocato ad alto livello, confermando di avere già in gran parte assimilato gli schemi voluti dal mister anche se c’è ancora sproporzione tra il gran numero di occasioni da rete create e i palloni che finiscono nel sacco. Ma siamo solo agli inizi e con la qualità posseduta dall’organico biancazzurro i margini di miglioramento appaiono ancora parecchi. Avremo occasione di misurarli già domenica prossima quando, dopo la fatica infrasettimanale di Coppa a Fidenza contro il Borgo San Donnino (basterebbe un pareggio per passare il turno) ci aspetta tra le mura amiche il non facile confronto con la Virtus Castelfranco (v. locandina) una delle tre capolista del momento

Nelle foto sopra: in alto il primo gol di Valim che, dopo essersi liberato di due avversari e aver scartato anche il portiere, si allarga sulla sinistra e, da difficile posizione, insacca a porta vuota. Sotto, ancora Valim imbeccato da Bernazzani a centro area si appresta a scagliare il tiro che batterà imparabilmente Lanzotti
per la seconda volta.

Leggi qui la cronaca di Libertà

Solo un pareggio nell’atteso debutto in campionato

Col San Felice uno 0-0 da mangiarsi le dita
…oltre ai tanti gol divorati

Attesa parzialmente delusa quella dei tanti sostenitori del Nibbiano&Valtidone che, come nell’incontro di coppa con l’Agazzanese, hanno affollato la capiente tribuna dello stadio di Borgonovo nella speranza di assistere a un debutto vincente dei nostri beniamini anche in campionato. Invece il solido ma non certo irresistibile San Felice è riuscito a uscire imbattuto dal Curtoni grazie a una incredibile serie di occasioni fallite dai padroni di casa. Infatti se da un lato la squadra di Mantelli ha confermato ancora una volta la differenza tecnica e qualitativa rispetto alla compagine dello scorso campionato mettendo in mostra una confortante compattezza e tranquillità difensiva (Lupescu ha fatto praticamente da spettatore per gran parte della gara) e una maggiore facilità delle punte a insinuarsi nella difesa avversaria con pregevoli trame di gioco, dall’altro sembra aver ereditato dalla formazione della precedente stagione la preoccupante tendenza a sbagliare una quantità industriale di palle-gol. Un campanello d’allarme che era già suonato nella partita di coppa, pur vinta per 2-0, dove i biancazzurri avevano buttato al vento almeno altri 3 o 4 gol “già fatti”. Speriamo sia solo una conseguenza della preparazione ancora agli inizi e del gran caldo di questi giorni, perché come ben sappiamo per competere a livello di vertice non sono sufficienti il bel gioco e le azioni da rete, ma occorre qualcuno capace di buttarla dentro al momento giusto. Detto questo, dopo un inizio in sordina, il confronto con i modenesi è stato un monologo valtidonese: l’asse difensivo di assoluta sicurezza Fogliazza- Di Placido, coadiuvato da un D’Aquino superlativo, apprezzato oltre che in fase di interdizione per la precisione nei lanci e negli appoggi, non ha permesso agli ospiti di rendersi mai veramente pericolosi, mentre il centrocampo, orfano di Aspas ha avuto in capitan Jakimovski il consueto dominatore. In avanti i fantasisti Valim e Martinez e la punta centrale Ridolfi hanno fatto letteralmente impazzire la retroguardia del San Felice ma hanno, ahimè, peccato di precisione e freddezza nelle conclusioni. La trasferta di domenica prossima a Formigine (v. locandina) offre subito l’occasione per riscattarsi.

Una delle occasioni più clamorose fallite dal Nibbiano&Valtidone a metà del secondo tempo: dopo essersi bevuto due avversari in area, Ridolfi si presenta a tu per tu col portiere Neri che riesce, di piede, a deviargli il tiro ravvicinato in angolo. Pochi minuti prima lo stesso Ridolfi aveva saltato anche il portiere, ma il suo tiro a porta vuota era stato salvato sulla linea da un difensore avversario.

Leggi qui la cronaca di Libertà



Associazione Sportiva Dilettantistica Nibbiano & Valtidone Via Campo Sportivo - 29010 Pianello Val Tidone (PC) - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Codice Fiscale e partita IVA 01721280335
Privacy