banner

Dopo la cancellazione degli spareggi e della Coppa Italia dilettanti

A marzo il probabile riavvio dell'Eccellenza
ma restano ancora tante incertezze

Mentre sembra ormai certo il rinvio a settembre di tutti gli altri campionati dilettanti, dalla Promozione alla Terza Categoria, per quello di Eccellenza si apre lo spiraglio di una ripartenza nel prossimo mese di marzo. Questo almeno quanto emerso nella riunione del 5 febbraio della Lega Nazionale Dilettanti. La ripresa del campionato di Eccellenza sarebbe dovuta allo scopo di non mettere in crisi il meccanismo delle promozioni e retrocessioni in e dalla serie D. Si parla comunque di un torneo che potrebbe essere abbreviato visto che il restart potrebbe avvenire non prima della metà di marzo e ci sarebbero praticamente i due interi gironi d'andata e di ritorno da disputare (ricordiamo che si sono potute giocare solo alcune partite delle prime 3 giornate precedenti la sospensione). Il DPCM attualmente in vigore, che vieta la disputa degli sport di gruppo, potrebbe essere modificato da un nuovo DPCM che il Presidente del Consiglio entrante Draghi si dice avrebbe in animo di emettere il 15 febbraio. Se sarà così, per quella data avremo, forse, qualche certezza in più.

Leggi qui l'aggiornamento del 6 febbraio su Libertà

Leggi qui l'aggiornamento del 30 dicembre su Libertà

Nuovo stop-covid per tutti i campionati dilettanti

L’Eccellenza riprende (forse) a gennaio.
Ipotizzati quattro possibili scenari.
Probabile cancellazione della Coppa Italia

Come già era nell’aria, la FIGC e il Comitato Regionale Emilia Romagna della Lega Nazionale Dilettanti, conformandosi alle disposizioni governative, hanno rinviato a data da destinarsi tutti i campionati calcistici dilettanti. Il Nibbiano & Valtidone si trova così costretto a sospendere l’attività agonistica senza essere riuscito a disputare nemmeno una delle prime tre giornate di campionato. Confermata, comunque, la possibilità per tutte le Società di far svolgere ai propri atleti allenamenti individuali senza contatto e senza la possibilità di utilizzare gli spogliatoi, ma con quella di usare il pallone. La ripresa dell'attività, è completamente legata allo sviluppo della pandemia, in attesa della cui evoluzione il Comitato Regionale, dopo una serie di video conferenze con le Società interessate, ha proposto un ventaglio di quattro scenari. Per i tre campionati regionali – l'Eccellenza, la Promozione e la Prima Categoria – la prima opzione sarebbe ricominciare a giocare alla fine di gennaio, recuperando all'inizio di quel mese le gare rinviate nelle prime giornate. La seconda ipotesi sposta invece la ripartenza sempre alla fine di gennaio, ma fissa i recuperi successivamente a quella data, in turni infrasettimanali, mentre la terza scelta prevede la ripresa dell'attività a metà febbraio. C'è poi un quarto e ultimo scenario, che potrebbe essere adottato per "salvare" la stagione e che prevederebbe di iniziare nuovamente a giocare tra la fine di febbraio e l'inizio di marzo. Una possibilità che le Società di Eccellenza hanno deciso di non abbracciare, dal momento che, per un campionato come il nostro, ci sarebbe solo il tempo di disputare le gare del girone di andata. Unione d‘ intenti invece sulla volontà di eliminare le Coppe per non appesantire gli impegni delle squadre che si troveranno ad affrontare numerose giornate di recuperi in un periodo ristretto di mesi. Le videoconferenze del Comitato Regionale con le Società saranno ripetute durante il mese di dicembre per un aggiornamento della situazione e una scelta condivisa sui tempi della ripartenza.



Associazione Sportiva Dilettantistica Nibbiano & Valtidone Via Campo Sportivo - 29010 Pianello Val Tidone (PC) - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Codice Fiscale e partita IVA 01721280335
Privacy