banner

 

Bis dell’Agazzanese nel derby di campionato

Fotocopia della sconfitta di Coppa (1-2)
anche coi titolari in campo

La proprietà commutativa applicata al calcio: cambiando le formazioni delle due squadre, il risultato (purtroppo per noi) non cambia. Si è assistito infatti oggi al Felice Baldini di Agazzano alla fotocopia della partita di Coppa di mercoledì scorso, con la differenza che per il derby di campionato gli allenatori hanno schierato tutti i titolari disponibili e questo avrebbe dovuto, sulla carta, favorire il Nibbiano&Valtidone per il maggior tasso tecnico complessivo degli uomini di Perazzi. Abbiamo invece assistito ancora una volta a una sterile supremazia territoriale che si spegneva ai limiti dell’aria avversaria o che non trovava la via del gol nelle occasioni da rete che riusciva a creare: clamorosa quella fallita da Mandelli nel primo tempo sullo 0-0 a tu per tu col portiere e sfortunatissima la traversa piena centrata da Jakimovski sullo 0-1. Gli avversari invece si sono difesi con ordine facendo prevalere una maggiore fisicità e dimostrandosi ancora una volta più cinici e concreti riuscendo ad andare a segno due volte su tre occasioni da rete create, sempre approfittando di nostre amnesie difensive: la prima proprio allo scadere del primo tempo e la seconda al quarto d’ora della ripresa quando il povero Ziglioli, che era sulla traiettoria del tiro, è stato beffato da un fortunoso rimpallo su Girometta. A un quarto d’ora dal termine un gol rapina di Dioh (positiva la sua prestazione) è sembrato poter riaprire i giochi, ma nè l’ancora sofferente Di Gennaro né il nuovo acquisto Gomis, ancora a corto di condizione, inseriti nel finale da mister Perazzi hanno potuto dare quell’apporto che sarebbe stato necessario per completare la rimonta. Così l’undici della Val Luretta è riuscito a condurre in porto una vittoria che non può definirsi immeritata. Per vedere un Nibbiano&Valtidone più incisivo in attacco c’è solo da sperare che i due bomber Piccolo e Di Gennaro superino al più presto i loro problemi fisici e possano scendere in campo al meglio delle loro (tante) possibilità. Intanto domenica prossima si torna tra le mura amiche per affrontare la forte Folgore Rubiera (v. locandina), attuale capolista insieme alla Correggese.

Foto sopra:il bel gol di Dioh che è sembrato poter riaprire la partita a un quarto d'ora dalla fine.
Sotto, la clamorosa occasione fallita sullo 0-0 da Mandelli (solo a pochi passi dalla porta)
che avrebbe potuto dare un'altra piega alla partita. La staffilata del giovane Tommy,
che in allenamento non sbaglia un colpo, è invece finita incredibilmente a lato

Leggi qui la cronaca di Libertà

 Guarda qui la sintesi video di Telelibertà

E’ l’Agazzanese a brindare in Coppa (2-1)

Il passaggio del turno
sfuma sul palo di Mandelli

L’aperitivo di Coppa al derby ben più importante di campionato che si giocherà domenica prossima sempre ad Agazzano (v. locandina), ha premiato nel risultato i padroni di casa, mentre sul piano del gioco e delle occasioni create il Nibbiano&Valtidone avrebbe largamente meritato il pareggio e quindi la qualificazione al turno successivo. Entrambi gli allenatori hanno però dimostrato da subito di non essere particolarmente interessati al cammino in Coppa Italia schierando due formazioni imbottite di giovani e lasciando a riposo molti dei “pezzi da 90”. Dopo dieci minuti iniziali in cui il bandolo del gioco è stato in mano all’undici della Val Luretta che ha trovato subito il vantaggio a seguito di un fortunoso rimpallo in area ed ha anche fallito un calcio di rigore, i nostri hanno condotto la danza per il resto del primo tempo e per buona parte della ripresa. Il pareggio veniva alla mezz’ora a seguito di un’azione personale con gran gol di Filipov e da quel punto in poi i valtidonesi sono sembrati non avere difficoltà a controllare la partita. A metà ripresa però, un pasticcio difensivo cui non è estraneo il secondo portiere Matarrese (apparso pericolosamente gigioneggiante in troppi interventi) ha consentito a Visioli di riportare i suoi in vantaggio. A quel punto Perazzi giocava la carta Mandelli per riacciuffare il pareggio (e la conseguente qualificazione) e per poco il colpo non gli riusciva, ma la staffilata del sempre bravissimo Tommy a 5 minuti dal termine si stampava sul palo. Confortante comunque la prestazione di molti dei giovani schierati che hanno confermato di potere essere, all’occorrenza, una valida alternativa ai titolari.

Oltre al solito Mandelli, che ha giocato solo il quarto d’ora finale sfiorando il gol, il centrocampista Daniele Bottazzi (a sinistra) ex Piacenza e il difensore Gabriele Caruso, ex Carpaneto, entrambi classe 2000 sono stati, tra i giovani schierati da mister Perazzi ad Agazzano, quelli che hanno fornito la prestazione più convincente. (Foto Carla Cassi)

Leggi qui la cronaca di Libertà



Associazione Sportiva Dilettantistica Nibbiano & Valtidone Via Campo Sportivo - 29010 Pianello Val Tidone (PC) - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Codice Fiscale e partita IVA 01721280335
Privacy