Un 1-0 che serve a diradare le nubi

Contro il Salso seconda vittoria di fila.
Non succedeva dallo scorso campionato

Sette punti nelle ultime 3 partite contro gli otto racimolati nelle precedenti 12. Basterebbe questa semplice constatazione numerica a dimostrare che il nuovo mister Mantelli è partito col piede giusto e che in sole tre settimane, anche se gli resta ancor tanto da fare, è riuscito quantomeno a diradare quelle nubi di tempesta che si erano accumulate sulla squadra e a ridare morale ai suoi ragazzi: condizione indispensabile per tornare a credere in se stessi e nelle proprie capacità di riscossa. Certo non tutto fila ancora per il verso giusto: anche contro il Salsomaggiore, malgrado un dominio territoriale assoluto che non ha consentito ai parmensi un solo tiro in porta degno di tal nome, è riemersa la cronica difficoltà a tradurre in gol la grande mole di gioco sviluppata. Tanto che ci è voluto un calcio di rigore conquistato da un bravissimo Dioh e realizzato con estrema freddezza dal redivivo Michele Piccolo per sbloccare il risultato e dare ai nostri beniamini una strameritata vittoria. Ma la squadra appare ora più compatta, senza sfilacciamenti tra difesa, centrocampo ed attacco, cosicchè il pacchetto arretrato è più protetto e tende a scoprirsi di meno riducendo di molto il rischio di aprire quei varchi improvvisi agli avversari che più di una volta ci sono costati cari in partite che sembravamo poter controllare con sicurezza. Note confortanti sono poi giunte, oltre che dal già citato Dioh, da Peroni e De Matteo e soprattutto da un Gomis apparso sempre più autorevole. Il Presidente, infine, con allenatore e direttore sportivo sono al lavoro per procurarsi, sul mercato d’inverno, la tanto sospirata punta di diamante per la quale, a breve, dovrebbero esserci interessanti novità, così pure come per il centrocampista che sarà chiamato a sostituire Marmiroli passato al Vado Ligure. Nel frattempo domenica prossima siamo di nuovo chiamati a confrontarci con un’altra avversaria diretta, il Castelvetro modenese (v. locandina), per cercar di allungare la striscia positiva e allontanarci dalle sabbie mobili del fondo classifica.

Malgrado il lungo stop per infortunio Michele Piccolo non ha perso l’istinto e la freddezza del goleador. Chiamato a battere un calcio di rigore a pochi minuti dal suo ingresso in campo non lascia scampo a Bonati, vanamente proteso in tuffo, e sigla il gol che vale tre preziosissimi punti di vantaggio sulla rivale diretta Salsomaggiore.

Leggi qui la cronaca di Libertà

Finalmente si torna a vincere: 2-1 a Soliera

Di Gennaro con una doppietta
centra il primo en plein dell’era Mantelli

L’importante era spezzare l’incantesimo che per 11 giornate aveva negato al Nibbiano&Valtidone la gioia di una vittoria. Ci è riuscito il nuovo mister Mantelli al secondo tentativo, dopo il pareggio casalingo col Rosselli Mùtina, grazie a due perle del ritrovato bomber Di Gennaro (5 reti nelle ultime 4 partite) che ha mancato per un pelo la tripletta. E non importa se di fronte c’era l’ultima della classe, perché con la precedente cenerentola (il Pallavicino) non si era rimediato che uno striminzito pareggio casalingo. Segno che qualcosa si è sbloccato e che la cura Mantelli comincia a dare i primi frutti. Per prendere in mano le redini della partita i valtidonesi hanno però impiegato l’intero primo tempo, quasi paralizzati, anche di fronte a un modesto avversario, dalla necessità di dover vincere. Poi negli spogliatoi il mister deve aver suonato una sveglia delle sue, tanto che nella ripresa i ragazzi son tornati in campo con ben altra aggressività, tanto che in appena sei minuti Di Gennaro metteva a segno due fendenti che segnavano la svolta della partita. Da questo punto c’era in campo solo il Nibbiano&Valtidone che, ancora con Di Gennaro e poi con Jakimovski e Piccolo (entrato nel finale) sfiorava ripetutamente la terza rete. Il gol solierese di Raddaoui al 23’ (un gran tiro da fuori area nel sette) aveva tutte le caratteristiche di una fortunosa occasionalità, ma non riusciva a rimettere in discussione l’esito del confronto. Adesso, col morale un po’ più risollevato, ci apprestiamo ad affrontare un ciclo di tre partite consecutive con le dirette avversarie nella lotta per la salvezza. Si comincia il 2 dicembre in casa col Salsomaggiore (v. locandina) e si prosegue nelle due domeniche successive a Castelvetro e ancora al Pio Zuffada col Campagnola. Un trittico che possiamo considerare decisivo per capire se la cura del sergente di ferro Mantelli è quella giusta per risalire la china e portarci a disputare un girone di ritorno all’altezza di quelle che erano le aspettative di inizio campionato.

Nella foto a sinistra Antonio De Matteo, sinora sotto utilizzato ma sempre autore di ottime prestazioni quando è stato chiamato in campo, ha ripagato la fiducia che mister Mantelli gli ha dato, schierandolo al centro della difesa contro la Solierese, con una prestazione maiuscola. A destra Daniele Di Gennaro, eroe della giornata con una doppietta, dopo un inizio campionato incerto a causa di una pubalgia, sembra aver ritrovato il fiuto e il gusto del gol che lo ha portato a risalire, con 8 reti, in terza posizione nella classifica cannonieri.
(Foto Massimo Bersani)

Leggi qui la cronaca di Libertà



Associazione Sportiva Dilettantistica Nibbiano & Valtidone Via Campo Sportivo - 29010 Pianello Val Tidone (PC) - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Codice Fiscale e partita IVA 01721280335
Privacy